Memoria | Kolòt-Voci

Tag: Memoria

Il Giorno dell’Alzheimer

Per rendersi conto del carrozzone mostruoso che è diventato il Giorno della Memoria (che in Italia non si è avuto il coraggio di chiamare Giorno della Shoah), proviamo a digitare “della memoria” (virgolette incluse) nel motore di ricerca Google. Forse capiremo perché con gli ebrei morti ci si lava la bocca (creando molto business) e si continua a oltraggiare gli ebrei vivi

l-am-larte-della-memoria-teaser-01Memoro la Banca della Memoria

Memoro la Banca della Memoria, un luogo dove custodire e da cui diffondere i ricordi. Memoro è un progetto no-profit internazionale, un archivio in costante ..

Teatro della memoria

Teatro della Memoria on Facebook Teatro della Memoria on Youtube. Associazione Culturale Spazio Teatro della Memoria Via Cucchiari 4, 20155 Milano Tel.

Associazione Case della Memoria

Ente promotore di un progetto per la valorizzazione delle dimore di grandi letterati e scrittori, presenta l’organizzazione, le case associate e gli eventi 

Della Memoria Band | Facebook

Della Memoria Band. 448 likes · 1 talking about this. Emily Sholes- Guitar/ Vocals Josh Smith- Bass Patrick Mcginley- Drums/ Vocals Matthew Slater- Keys/ 

Il Giardino della Memoria

Il Giardino della Memoria.  Memoria Viva. Il Giargino della Memoria Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica Museo per la Memoria di Ustica />

Continua a leggere »

Forse Pico della Mirandola aveva geni ebrei…

Maria Angela Masino

La battuta è di Eran Katz, studioso americano della super memoria yiddish autore del best seller Jewis techniques to boost memory power (ed. Crown) in cui spiega come e perché il popolo di Dio eccelle nell’arte di ricordare.

Continua a leggere »

Pacifici attacca Berlusconi. Jesurum ha il mal di pancia su Israele

Spiegazioni senza valore. Il premier eviti i fascisti

Riccardo Pacifici

Caro direttore, vorrei, attraverso le colonne del suo giornale, esprimere il mio pensiero circa le vicende di questa settimana. E difficile raccontare quanto abbiano lasciato la nostra Comunità disorientata, incredula e soprattutto tradita dalle incaute quanto prevedibili esternazioni di Ciarrapico fino alle «imprudenti» barzellette del premier.

Continua a leggere »

Sami, il Bar mitzvà 64 anni dopo

Deportato ad Auschwitz non poté farlo a 13 anni

Ariela Piattelli

La settimana della Memoria, che precede la giornata del 27 gennaio, si è aperta ieri nella grande Sinagoga di Roma. Ed è iniziata con un evento unico e lieto, perché Samuele Modiano, 77 anni, reduce dai campi di sterminio nazisti, ha potuto finalmente festeggiare il suo Bar Mitzvà, la maggiorità religiosa che ogni ragazzo ebreo celebra a tredici anni. Originario di Rodi, Samuele detto «Sami», all’età di tredici anni fu deportato ad Auschwitz, insieme ad altri 2500 ebrei greci. Nel cuore dell’inferno non ebbe certo la possibilità di festeggiare il Bar Mitzvà, e ieri, più di sessant’anni dopo, la Comunità Ebraica di Roma ha voluto restituire a Sami una piccola, ma importante parte, di ciò che la vita gli ha tolto. Continua a leggere »

Ricordando a metà

La cattiva memoria che divide Israele dal suo popolo

Piero Ostellino – Corriere della Sera

A me pare che il modo migliore di celebrare il «Giorno del Ricordo» consista nel non lasciare mai Israele solo di fronte a chi si propone di distruggerlo. Mi pare consista, cioè, nell’evitare di distinguere fra gli ebrei e Israele, fra il popolo israeliano e i suoi governi. Lo Stato di Israele è gli ebrei che non sono più disposti a lasciarsi uccidere dai totalitarismi e dagli autoritarismi politici, dagli integralismi religiosi e dai razzismi di ogni specie. Lo Stato di Israele è gli ebrei che hanno imparato a difendersi. I suoi governi, quale ne sia l’indirizzo, sono la democratica e libera espressione della sovranità popolare. Sarebbe bene non dimenticarlo. Continua a leggere »