Ayelet Shaked | Kolòt-Voci

Tag: Ayelet Shaked

La superlaica del partito religioso è il nuovo ministro della giustizia

La geniale mossa di Naftali Bennet di “Casa Ebraica” è aver imposto a Nethanyahu Ayelet Shaked alla giustizia

Maurizio Molinari 

Ayelet ShakedIstruttore di commando e ingegnere hi-tech, laica e fondatrice di un partito nazionalreligioso, per gli insediamenti e contro i terroristi: Ayelet Shaked, 39 anni, è il nuovo ministro della Giustizia di Israele, volto di spicco di una destra che guarda al dopo-Netanyahu. Sul suo nome è avvenuta l’ultima trattativa che ha portato alla nascita del Netanyahu IV. Naftali Bennett, leader del partito “Bayt HaYehudi” (Casa Ebraica), ha esitato ad entrare nella coalizione per strappare al premier l’avallo a Sheked alla Giustizia. Il motivo per cui il premier non voleva Ayelet è lo stesso per cui Bennett l’ha imposta: è il volto più brillante e popolare di una nuova destra che va oltre il nazionalismo laico del Likud e l’ortodossia dei partiti religiosi.

Shaked nasce nel 1976 a Bavli, uno dei quartieri più laici e progressisti di Tel Aviv Nord. Dove la maggioranza dei residenti è ashkenazita mentre la sua famiglia viene dall’Iraq. La madre insegna Bibbia, il padre è un tradizionalista e a casa non si parla di politica ma quando, ad 8 anni, vede in tv il duello elettorale fra Shimon Peres e Yitzhak Shamir si sente d’istinto vicina al leader del Likud. “Ho scelto in quel momento da che parte stare” ricorda, spiegando che per “destra” intende “amare il mio Paese”.

Continua a leggere »