La fabbrica dei biscotti kasher | Kolòt-Voci

La fabbrica dei biscotti kasher

Il Mondo di Laura, biscotti artigianali kasher distribuiti capillarmente in tutta Roma

Virginia Di Falco

Laura Raccah

Arrivo al laboratorio artigiano di Laura Raccah ad un’ora infelice. L’ingresso però non è chiuso. E’ solo sbarrato da una poltrona messa di traverso con sopra un foglio di carta che avverte: «stiamo sfornando i biscotti!». Dopo pochi minuti mi apre, o meglio, libera la porta una ragazza minuta e gentile con l’aiuto di una collaboratrice in camice bianco. Qui per la verità è quasi tutto bianco. E rosa. I colori dei sogni dei libri d’infanzia.

Le credenze e i tavolini da esposizione sono stracolmi di biscotti dolci e salati di tutti i tipi, forme, farine e spezie del mondo. Anche se la cultura kosher è quella di riferimento: «nessuno dei nostri prodotti contiene latte e suoi derivati, nè grassi di origine animale. Ci avvaliamo del certificato dell’ ufficio rabbinico di Roma che definisce i nostri biscotti Kosher e Parve, principi cardine della tradizione alimentare ebraica».

Siamo in via Tiburtina (ma da qualche settimana è aperto anche un punto vendita nel Ghetto, al Portico d’Ottavia, in via Santa Maria de’ Calderari) ed è qui che Laura ha realizzato il suo sogno di produrre in proprio biscotti. Dopo aver fatto esperienza in pasticcerie e ristoranti romani ha girato un po’ il mondo facendo tappa di pratica e di studio a New York, Tel Aviv, Londra.

Ingredienti selezionati, prodotti biologici e presidi Slow Food, grande manualità, molta fantasia e caparbietà e un packaging studiato e ristudiato e molto al passo con i tempi. Una capillare presenza in rete, ma anche in diversi punti vendita in città, come ad esempio Palatium in via Frattina o Roscioli in via dei Giubbonari, il suo catalogo è un interminabile elenco di golosità. Dai “candy spicy”, biscotti con zucchero di canna e speziati con canella chiodi di garofano, zenzero, noce moscata ai palloncini con lo sciroppo d’acero e le noci; dalla “rosa bianca” di pasta frolla e meringa ai biscottini al tè verde matcha, con una corona di sesamo tostato; ai brownies di cioccolato fondente e nocciola.

Il biscotto è il suo prodotto di punta ma Laura confeziona anche plum cakes, torte dolci e salate, dolcetti monoporzione come crostatine di frutta e tortine di mele.

Un fenomeno questo dei dolci e biscotti artigianali che, insieme a quello del cake design, va tenuto d’occhio. Sta diventando infatti un importante spicchio di imprenditorialità giovanile “on demand” in un settore quale quello della pasticceria che a Roma vede poche punte di eccellenza, pochissime di tradizione e la diffusione capillare di prodotti congelati immangiabili. Un pezzetto del sogno di Laura, allora, è anche il nostro.

Il Mondo di Laura

via Tiburtina 263 (nei pressi di Piazzale delle Province)

Tel. 065880966

dal lun. al giov. dalle 8:30 alle 19:30

ven. dalle 8:30 alle 15:30

dom. dalle 9:00 alle 19:30

www.mondodilaura.com

http://www.lucianopignataro.it/a/roma-il-mondo-di-laura-la-fabbrica-di-biscotti-kosher/23014/