Su ladri ed ebrei | Kolòt-Voci

Su ladri ed ebrei

Riccardo Di Segni

E’ iniziato il mese di Adar Rishon, e un po’ di leggerezza ce la possiamo concedere, anche davanti ad eventi problematici che sollevano amarezza e scandalo. Il Talmud (‘AZ 70a) racconta la storia di una partita di vino che era stata trafugata a Pumbedita, una città babilonese, e che le botti furono trovate aperte, con il rischio che qualche pagano avesse dedicato quel vino a culti idolatrici (con conseguente divieto di utilizzo).

Non vi preoccupate, disse con una certa ironia Ravà, il Maestro della regione interpellato, “la maggioranza dei ladri sono ebrei”. Commentando questa frase rav Steinsaltz mi disse una volta, anche lui con una certa ironia, che questo non vuol dire che la maggioranza degli ebrei siano dei ladri.

Dalla Newsletter l’Unione Informa