Valori | Kolòt-Voci

Tag: Valori

Per gli ebrei la Storia non ha nessun significato religioso

Nonostante se ne parli molto, il pensiero messianico è secondario nella fede ebraica.

Yeshayahu Leibowitz 1903-1994

Un grande storico inglese ha definito la Storia come “La cronaca dei crimini, delle follie e delle tragedie del genere umano”. Ciò che ha detto Edward Gibbon è vero ma non è completo: certo la Storia è tutto questo ma è anche la cronaca della lotta del genere umano contro i crimini, contro le follie, e contro le tragedie. Queste infatti hanno origine dalla natura del creato e dello stesso genere umano perciò combatterle richiede all’uomo, sia come singolo e come collettività, uno sforzo enorme in quanto deve opporsi a tale natura; si tratta cioè della lotta dell’uomo contro se stesso; una lotta antica quanto la Storia umana, che deve necessariamente continuare costante in tutti i tempi. Impariamo inoltre, sia dalla Storia e sia conoscendo l’uomo e la natura, come in questa lotta non esista certezza di vittoria ma sono gli sforzi impiegati nella lotta che costituiscono certamente la vera sostanza del significato e del valore della Storia stessa. Continua a leggere »

Stato e religione

Yeshayahu Leibowitz z”l

a) Enunciati

1) Lo Stato non ha un significato intrinseco, bensì un significato esclusivamente strumentale. Detto enunciato è comune sia alla concezione religiosa (teocentrica) sia a quella umanistica (antropocentrica). Considerare lo Stato un valore è l’essenza della concezione fascista.

Lo Stato è in sé il nemico dell’uomo, costituendo, per sua stessa natura, un ingranaggio di violenza e coercizione. Non essendo altro che un siffatto ingranaggio esso non è atto a realizzare “valori” (in nessuno dei sensi in cui è adoperato il termine “valore”): ciò che ha “valore” è conseguito soltanto da uomini e non dallo “Stato” (ossia dall’ingranaggio del potere), e per conseguirlo gli uomini lottano gli uni contro gli altri nell’ambito dello Stato medesimo. Sui “valori” non v’è fra gli uomini, né può esservi, intesa; per cui lo Stato funge da campo di battaglia di lotte intestine. Continua a leggere »