Talmud | Kolòt-Voci

Tag: Talmud

La neo-deputata che ha insegnato Talmud alla Kenesset

Uno dei neo-eletti deputati del partito guidato da Yair Lapid ha utilizzato il suo primo intervento al parlamento israeliano per rivolgere un toccante invito allo studio del Talmud, come fondamento della cultura ebraica per tutti gli ebrei, laici e religiosi. (qui il video in ebraico). Inevitabili le polemiche da parte ultra-ortodossa (qui in ebraico). Di seguito alcune riflessioni.

Paolo Sciunnach

Sorprendente intervento, quello di Ruth Calderon, come membro del parlamento israeliano, ha parlato con il cuore. Lo scopo dell’intervento, apprezzato, è stato effettivamente quello di far leva sulla rinascita culturale della società israeliana post sionista, rinascita assolutamente necessaria per lo sviluppo di un’identità culturale nazionale che sembra esser venuta meno dopo l’affievolirsi dei vecchi valori forti del sionismo politico.

Continua a leggere »

Quello zoccolo di Platone

Ovvero, anche le interpretazioni vanno interpretate

David Gianfranco Di Segni

Nella puntata precedente abbiamo parlato di pulci e pidocchi e abbiamo visto come il rabbino e medico Isacco Lampronti (Ferrara 1679-1756) stabilisse la Halakhà in base alle cognizioni scientifiche del proprio tempo. All’epoca del Talmud si poteva credere che i pidocchi fossero creature diverse dalle altre, generate spontaneamente dal sudore della pelle, e perciò non fosse vietato ucciderle di Shabbat. Oggi, però – dice Lampronti –, sappiamo che anche i pidocchi sono animali che si riproducono “da un maschio e da una femmina”, come tutti gli altri, e quindi si deve vietarne l’uccisione.

Continua a leggere »

«Trinità, idea ebraica. E anche Gesù mangiava kosher»

L’invenzione dell’acqua calda: Il Cristianesimo non nasce dal nulla. Un libro che farà discutere

Jack Miles 

Daniel Boyarin

Non molto tempo fa, un importante rabbino conservatore mi ha confidato: «Daniel Boyarin è uno dei due o tre massimi luminari rabbinici al mondo». Poi, abbassando un po’ la voce, ha aggiunto: «Forse addirittura il più grande». Questa osservazione mi è stata fatta in confidenza perché era evidente il turbamento del rabbino all’idea che qualcuno con le tesi di Boyarin potesse averle davvero fondate su base talmudica. Da cristiano, lasciatemi dire in tutta franchezza che queste idee possono turbare anche quei cristiani che hanno apprezzato l’originalità — altrettanto fondata — della sua lettura del Nuovo Testamento.

Continua a leggere »

La teshuvà del centurione

La possibilità di tornare sui propri passi che gli ebrei hanno donato al mondo intero

Alfredo Mordechai Rabello

Le nostre fonti ci insegnano che il periodo tra Pesach e Shavu’ot è diventato un periodo triste a causa della morte di migliaia di allievi di Rabbì Akivà “che avevano mancato di rispetto l’uno verso l’altro“.  Vi è chi vuole vedere un accenno alla difficile situazione creatasi con l’occupazione romana di Erez Israel e la conseguente rivolta di Bar Kochbà, seguace di Rabbì Akivà, ai tempi dell’imperatore Adriano. Fra i Saggi di questo periodo ricordiamo Rabbì Chaninà ben Teradion, il quale, nonostante il divieto imperiale, proseguiva a studiare ed a riunire pubbliche assemblee allo scopo di insegnare la Torà, fino a che le autorità romane lo arrestarono e decretarono per lui la pena di morte: egli avrebbe dovuto cioè essere bruciato vivo.

Continua a leggere »

Il talmudista in treno

Una vecchia storiella ancora buona

Dopo mesi di negoziazioni con le autorita’, a un talmudista di Odessa viene concessa l’autorizzazione a visitare Mosca. Sale sul treno e trova un posto libero. Alla fermata successiva un giovanotto sale e si siede vicino a lui. Lo studioso osserva il giovane e pensa: “Non sembra un paesano, e se non e’ un paesano probabilmente viene da questo distretto.

Continua a leggere »

Quanta Torà hai studiato quest’anno?

Jonathan Pacifici

In questi giorni di bilancio individuale e collettivo siamo chiamati anche a fare un bilancio della Torà che abbiamo studiato quest’anno e dei propositi che abbiamo per l’anno entrante. Ma come si fa a fare un bilancio della Torà? Si può fare un bilancio della Torà ? E se si, quali voci possono essere contabilizzate? Le ore dedicate? Le pagine studiate? I trattati completati?

Continua a leggere »

Il fisico battuto dagli studenti di Talmud

Gianfranco Di Segni

Il titolo della Giornata della cultura ebraica di quest’anno è Ebraismo 2.0: dal Talmud a Internet. Spesso il Talmud è messo in relazione con le discipline scientifiche e l’informatica. Il ragionamento astratto tipico della logica talmudica è considerato simile a quello necessario per apprendere e capire la matematica e la fisica.

Continua a leggere »