SS | Kolòt-Voci

Tag: SS

Fra svastica e mezzaluna

Per concessione dell’editore, pubblichiamo uno stralcio della prefazione di Sergio Romano al volume Propaganda nazista per il mondo arabo di Jeffrey Herf (Edizioni dell’Altana; in libreria nei prossimi giorni).

Sergio Romano

SS Musulmane

Dopo l’avvento di Hitler al potere la strategia arabomusulmana della Germania acquista nuova dimensione e una più radicale coerenza. Mentre ricerca lo scontro e, se necessario, la rottura, il Terzo Reich si prepara a diffondere il verbo nazista là dove la sua propaganda può servire a conquistare alleati e a imbarazzare nemici. Esiste tuttavia una difficoltà. Come predicare agli arabi e ai musulmani una ideologia che teorizza la superiorità della razza ariana e, di conseguenza, la loro inferiorità razziale?

Continua a leggere »

Le ossa di Berdicev

Fece conoscere la Shoah già durante la guerra, finì perseguitato da Stalin.

Berdicev è una cittadina ucraina di circa 60 mila abitanti. Tanti quanti ne contava all’inizio della Seconda guerra mondiale; solo che allora metà circa erano ebrei. Gli ucraini la chiamavano “la capitale degli ebrei”. Nel XVIII secolo era stata un importante centro del movimento chassidico e nel XIX dell’Haskalah, l’illuminismo ebraico. Qui i soldati della Wehrmacht vennero accolti nel luglio del 1941 come liberatori dal giogo sovietico. Qui due mesi dopo le SS e gli Einsatzgruppen, con il volonteroso sostegno degli ucraini arruolati nella Polizei, fucilarono in soli tre giorni tutti i trentamila israeliti della città, nella prima operazione di eliminazione degli ebrei sistematicamente pianificata su vasta scala. Alcune tra quei milioni di ossa appartenevano a Ekaterina Savel’evna, madre di Vasilij Grossman, professione scrittore.

Continua a leggere »