Shylock | Kolòt-Voci

Tag: Shylock

Silvio Orlando: “Il mio Shakespeare più nero”

Raffaella Grassi

Mercante-Silvio-OrlandoShylock l’ebreo. Shylock l’usuraio. Shylock il sanguinario. Una delle anime più nere nate dalla nera fantasia shakespiriana, l’essere abietto che poi però da sconfitto ti storce lo stomaco dalla pena. Uno così te lo immagineresti con tante facce, una più torva dell’altra, ma forse mai con quella di Silvio Orlando, l’eroe buono di tanti film. E invece. Sarà in scena dal 27 al 29 novembre al Politeama genovese “Il Mercante di Venezia” con la regia di Valerio Binasco e protagonista Silvio Orlando affiancato dagli attori della Popular Shakespeare Kompany fondata da Binasco nel 2012.

Napoletano, 56 anni, attore preferito di Salvatores e Moretti, premiato a Venezia con la Coppa Volpi per “Il papà di Giovanna” di Pupi Avati, inizi teatrali ed exploit al cinema e in tv, Orlando sarà Shylock. A modo suo.

Continua a leggere »

Lo stereotipo dell’ebreo usuraio

Una conferenza alla Cattolica di Marina Caffiero

Dino Messina

Il dialogo iniziale tra Shylock e Antonio nel «Mercante di Venezia» di William Shakespeare non fa che riprendere e rendere «culturale» uno dei dibattiti cari alla teologia cristiana, in particolare alla predicazione francescana, del tardo Medioevo e dell’età moderna. Ci riferiamo alla differenza tra uso corretto del denaro e usura, tra mercanti e banchieri cristiani e prestatori ebrei. I primi utili alla società, i secondi pericolosi e inaffidabili, in base al principio che «l’infedele» non può essere «degno di fede».