Polemica | Kolòt-Voci

Tag: Polemica

L’ebraismo delle sinagoghe vuote trasformate in musei

Col permesso dell’autore pubblichiamo un intervento apparso su uno dei forum dove si discute dell’appello Lerner-Ovadia-Della Torre, il gruppo Kol Israel di Facebook. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore e non riflettono necessariamente la posizione della redazione

Miki Steindler

Miki SteindlerCari presidenti Riccardo Pacifici e Walker Meghnagi, ho riflettuto a lungo sul vergognoso e infame attacco da voi subito da parte di questa nuova triplice alleanza, un attacco infame e gratuito, una pugnalata alle spalle di cui occorre capire i fini e le motivazioni.

Potremmo accontentarci con l’ovvia considerazione che i tre pennivendoli cercano notorietà, ruoli, prestigio (a breve vi sono le elezioni europee) e un ebreo che attacca un altro ebreo fa sempre notizia, quindi se i tre pennivendoli possono avere un po’ di beneficio personale calpestando altri ebrei, che ben venga, l’importante è andare sui giornali. Chi non ha nulla da dire deve strillare, oppure per farsi sentire, quale miglior strillo di una attacco alle due più importanti Comunità ebraiche d’Italia?

Ma io credo che ci sia, qualcosa di più profondo. L’attacco dei tre pennivendoli rappresenta lo “scontro di civiltà” che percorre tutto l’ebraismo italiano.

Da una parte ci sono due Comunità forti, vive, con un identità chiaramente sionista, che nonostante la crisi economica  incrementano le attività; non passa anno che non si aprono nuovi batè hakkeneset; i rabbinati di queste due comunità hanno riconoscimenti a ogni livello, attestazioni di stima da parte di organizzazioni internazionali, e i loro presidenti hanno saputo creare un rapporto con la politica e la società civile basato sul reciproco rispetto, ma sempre a testa alta con l’orgoglio si essere ebrei, senza mai rinnegare la propria identità.

Continua a leggere »

La feroce polemica su quando cade Kippur

Polemiche fra rabbini atto II, ovvero: gli ebrei del Kippur e gli ebrei dello shabbat

Gianfranco Di Segni

Quest’anno Kippur capita di Shabbat. Non è un evento raro: in media, succede ogni tre anni. La stranezza è che anche l’anno prossimo Kippur capiterà di Shabbat; e saltando il 2012, ci sarà poi un’altra doppietta di Kippur/Shabbat nel 2013 e 2014. Quest’assembramento inusuale di Kippur coincidente con Shabbat, 4 volte in 5 anni, si ripeterà (con il calendario attualmente in uso) solo fra vent’anni, dal 2034 al 2038, mentre per almeno 64 anni prima di quest’anno non si è mai verificato (indietro non sono andato; chi è curioso di controllare, mi contatti e gli spiego un modo pratico e facile per farlo).

Continua a leggere »

Le polemiche fra rabbini non sono certo una novità

ARCHIVIO: Un articolo di rav Alberto Somekh del 2004 su Kippur che cade di shabbat come quest’anno


L’aspro scambio di lettere fra Shadal e Benamozegh sul significato del suono dello shofar. Dalla derashà tenuta il 1° giorno di Rosh Hashana all’Oratorio Di Castro di via Balbo, Roma

Gianfranco Di Segni

EsplosioneA Rosh Hashana in genere si fa il consuntivo dell’anno appena trascorso. Una delle caratteristiche di quest’anno è stata il dibattito che ha animato la comunità ebraica italiana riguardo al ruolo dei rabbini, con accese discussioni sui rabbini e fra i rabbini stessi. Ricordiamone qualcuna: la visita del papa alla sinagoga di Roma, con rabbini che hanno partecipato e altri che si sono astenuti dal farlo; la vicenda delle ciambellette nella comunità di Roma, che è finita addirittura sulle pagine della stampa nazionale; la revoca del rabbino capo di Torino; lo stato della kashrut a Roma. (La lista non è affatto esaustiva). Qualcuno si stupisce delle discussioni fra i rabbini. In realtà, non si capisce perché le divergenze di opinioni fra il presidente (a livello locale o nazionale) e il capo dell’opposizione siano viste come normali e, anzi, ci si meraviglierebbe se non fosse così, mentre quando i rabbini discutono fra di loro ciò è visto come qualcosa di inusuale. Invece, è proprio vero il contrario: fra i rabbini ci sono sempre state diverse opinioni.

Continua a leggere »