Mumbai | Kolòt-Voci

Tag: Mumbai

Gli ebrei in India

Elena Lattes

Gli ebrei in India non hanno mai subito rilevanti atti di antisemitismo durante il lungo soggiorno nel Paese (ad eccezione delle oppressioni da parte degli invasori portoghesi nel 16esimo secolo). È perciò un’amara novità la caccia all’ebreo perpetrata dai terroristi che hanno assaltato Mumbai nei giorni scorsi.

Continua a leggere »

Ebrei sempre nel mirino

Fiamma Nirenstein

Fra i 26 stranieri innocenti trucidati a Mumbai, otto, anche se i numeri sono ancora tutti da verificare, sono ebrei. Se fossero israeliani o meno non importava niente ai terroristi che avevano messo la casa dei Chabad «Nariman House» fra gli obiettivi. I macellai avevano due scopi generici: uccidere gli occidentali, specialmente americani e inglesi, i nemici imperialisti dell’islam; uccidere i cittadini dell’India, Paese traditore asservito all’imperialismo. E poi, un obiettivo specifico, uno solo: uccidere gli ebrei. Fra dieci obiettivi di massa come la stazione, due ospedali, svariati centri cittadini, i grandi hotel Oberoi e Taj ce n’era uno, invece, apparentemente insignificante, la casa ebraica dei Chabad, un centro guidato da un rabbino ventisettenne con una moglie di 26 anni e un bambino di 2.

Continua a leggere »