Moshè | Kolòt-Voci

Tag: Moshè

La virtù della gelosia

La derashà di questa settimana su Beha’alotekhà (Numeri 8, 1 – 12, 16)

Alberto M. Somekh

Scoppia la rivolta della carne e Moshe dichiara di non farcela da solo. “Non sono io il loro genitore che deve procurare loro da mangiare” – afferma. I commentatori dicono che il livello di Moshe è troppo alto per questo tipo di leadership. Così H. gli affianca 70 anziani, il primo Sinedrio della storia. Moshe convoca sei uomini per ciascuna delle 12 tribù ma, dovendone escludere due, consegna 70 biglietti con la parola zaqèn, mentre due sarebbero rimasti vuoti.

Continua a leggere »

Leadership: consenso o comando?

Grazie alla traduzione di Gady Piazza siamo in grado di offrire ai lettori di Kolòt il commento alla parashà di questa settimana (Nitzavim-Vayelech) del Rabbino capo d’Inghilterra

Jonathan Sacks

Un grande cambiamento è alle porte. Sta infatti per finire la carriera di Moshè come leader e sta per cominciare quella di Yehoshua. Moshè benedice il suo successore, e successivamente lo fa anche Dio. Ascoltate attentamente che cosa dicono e la sottile differenza tra i due. Moshè dice: “Sii forte e coraggioso, perchè tu andrai con questo popolo nella terra. che il Signore giurò di dare ai loro padri, e tu la darai loro in possesso”. (Devarim 31:7) Continua a leggere »