Luciano Belli Paci | Kolòt-Voci

Tag: Luciano Belli Paci

L’unicum fino ad oggi

Belli Paci replica a Giorgio Israel (clicca) sull’unicità della Shoah

Luciano Belli Paci

So benissimo che prolungare un botta-e-risposta di questo tipo può essere stucchevole.  Però non posso evitare di rilevare due cose:

1) Per tenere in piedi a tutti i costi la sua tesi Israel mischia disinvoltamente (per uno storico) gruppi diversi di vittime dello stalinismo, ai quali furono inflitti in tempi diversi diversi trattamenti (per es. i kulaki, che furono colpiti in quanto gruppo sociale e fatti morire di stenti negli anni ’30, con i dissidenti politici, che furono deportati nei campi di lavoro, con altri dissidenti o presunti “nemici del popolo”, che furono messi direttamente al muro); sommandoli tutti e sommando tutte le tecniche si arriva vicino a quello che, invece, è stato fatto solo agli Ebrei nella Shoah. Molte cose si potrebbero aggiungere, anche rispetto alla “contabilità” (che deve essere valutata in rapporto agli anni in cui il crimine venne perpetrato), ma non voglio dilungarmi. Anche perché sono anticomunista fin da piccolo e non ho mai avuto bisogno di fare confronti forzati per condannare (anche) quel totalitarismo.

Continua a leggere »

L’unicità della Shoah è un’eresia cristologica

E tre. Israel risponde per le rime a un “indignato” Belli Paci che ieri su Kolòt (clicca) aveva attaccato il suo articolo del 4/9 (clicca).

Giorgio Israel

Egregio signor Belli Paci, lei esibisce come titolo per ribattere al mio articolo, che l’ha “profondamente disturbata”, l’essere parente di deportati ad Auschwitz. Lei deve essere molto suggestionato dal mito dell’“unicità”, altrimenti avrebbe evitato di esibire un simile titolo. Su queste basi probabilmente vincerei la contesa a tavolino, visto che, a parte mio padre, uno zio e una cugina (peraltro ormai deceduti), non un solo mio parente è sopravvissuto alla Shoah, salvo probabilmente qualcuno molto lontano di cui ignoro l’esistenza. Quindi, a meno che non voglia dire che sono un “rinnegato”, lasci perdere questo genere di argomenti.

Continua a leggere »

La sacralità della Shoah

Una risposta all’articolo di Giorgio Israel. Tutti i crimini, di destra e sinistra, sono da condannare. Ma la Shoah è “sacra”

Luciano Belli Paci

L’articolo di Giorgio Israel “Grass è ambiguo, ma la Shoah non è unica” mi ha profondamente disturbato. Vorrei tentare di ribattere, anche se non sono uno storico ed i miei soli titoli per parlarne derivano forse dal fatto di essere figlio, nipote e pronipote di deportati ad Auschwitz.

Continua a leggere »