Ken | Kolòt-Voci

Tag: Ken

Milano: Fantasia o Pinocchio?

I consiglieri di Ken rispondono dettagliatamente all’articolo di Davide Romano del 27.1.2015 sulla crisi comunitaria milanese

KaterKarloA noi, non ce ne voglia Romano, piace Walt Disney e cercheremo quindi di rimanere nel tema cinematografico a lui tanto caro o di richiamare i nostri amatissimi personaggi. Il resoconto di Romano ci appare quindi come una ricostruzione del tutto fallace e parziale, spesso completamente falsa e pretestuosa: almeno Fantasia non nascondeva, già dal titolo, la sua natura di sogno e poesia che ci ha accompagnato, assieme a una musica indimenticabile, per tante generazioni… Quindi probabilmente, non ci rimane qui che il nostro simpatico burattino di legno: certo Pinocchio però era solo un bambino, anzi addirittura un pezzo di legno, e nessuno gliene ha mai voluto per le sue piccole bugie che in più gli facevano pure allungare il naso… Romano ci pare sicuramente più maturo: dovremmo forse essere meno indulgenti, ma ci sforzeremo di tenere a mente l’immagine del nostro burattino per rendere le cose più lievi…

Ma andiamo con ordine, seguendo il filo del racconto di Pinocchio e cercando di aiutarlo a ritrovare la sua fatina:

I nostri lettori devono sapere innanzitutto che fin da prima delle elezioni del 2012 era noto a tutti che almeno uno dei consiglieri di Welcommunity avrebbe dovuto lasciare a breve l’Italia (e quindi il Consiglio) per motivi di lavoro; Meghnagi ha dunque formato le liste sapendolo, ma puntando sul consenso elettorale del suo compagno di lista per prendere i voti e rimandare a dopo (cosa che spesso ama fare..) la soluzione del problema. Sullo Statuto della Comunità poi Romano farebbe bene a rivolgersi all’Ucei, mentre il linguaggio che scimmiotta la nostra politica nazionale parlando di Ken “in maggioranza senza legittimazione popolare” e di Welcommunity che si sente “defraudata del voto elettorale” lascia francamente interdetti per la siderale distanza dalla realtà dei fatti e dei comportamenti tenuti in Consiglio che a nostro avviso dovrebbero fare fede più di ogni ricostruzione di parte…

Ebbene, MAI i consiglieri di Ken hanno utilizzato tale maggioranza contro il Presidente Meghnagi a cui hanno sempre ribadito la fiducia in più occasioni. Anzi, com’è stato detto anche durante l’Assemblea (nella quale Romano era probabilmente assai distratto…), l’unica volta in cui tale maggioranza è stata fatta valere da Ken è stato in occasione di Consiglio di fine luglio, dove – già dimissionari i consiglieri di Welcommunity – si è tenuto un Consiglio con la presenza di 9 consiglieri di Ken e il solo Meghnagi nel quale è stata presa la decisione di chiedere all’Assessore Besso di ritirare le proprie dimissioni rinnovandogli la fiducia: che il buon cronista si informi prima di scrivere colossali inesattezze… Continua a leggere »

Ragazzi “per sempre”

L’Hashomer Hatzair compie un secolo. a milano un megaevento, il 10 novembre, per ritrovarsi e rivivere un’avventura che ha plasmato generazioni di ebrei

I migliori anni della nostra vita (forse)

Ilaria Myr

Hashomer“Paam shomer, tamid shomer”, shomer un volta, shomer per sempre: mai motto fu più azzeccato per descrivere uno stato d’animo come quello che da sempre accompagna tutti coloro che nel mondo frequentano l’Hashomer Hatzair, il movimento giovanile ebraico sionista e socialista che proprio quest’anno compie 100 anni di vita. Ed è proprio perché si resta shomrim per sempre che ai festeggiamenti, che si sono svolti in ogni angolo del pianeta in cui il movimento è presente, hanno partecipato centinaia di persone di tutte le età, accomunate dal fatto di avere vissuto una parte della propria vita nella “tnuà” (movimento). Ogni Paese ha celebrato questo importante traguardo a suo modo, con feste, ritrovi e campeggi all’insegna dello spirito shomristico, raggiungendo, in Israele, picchi di migliaia di persone allo “Shmutzrock”, un festival musicale in cui si sono esibite per tre giorni band rock di shomrim.

Continua a leggere »