Daniel Mosseri | Kolòt-Voci

Tag: Daniel Mosseri

Bernard-Henri Lévy ci ricasca. Sta ancora con gli antisemiti

II filosofo (ebreo) maldestro.  Senza di lui l’intervento francese in Libia forse non ci sarebbe stato. Come ringraziamento, i libici lo hanno bandito in quanto ebreo

Daniel Mosseri

Bernard-Henry LevySarà la voglia di andare sempre controcorrente. Oppure uno slancio di inguaribile ottimismo. Sta di fatto che per Bernard-Henri Lévy la rivoluzione in corso in Ucraina non è antisemita. L’intellettuale più famoso di Francia, noto tanto per i suoi libri quanto per le sue camicie bianche immacolate e il capello un po’ spettinato che fa tanto filosofo di regime, è stato individuato nei giorni scorsi a Maidan, centro dell’assedio al governo del deposto presidente Viktor Yanukovich. Da bravo francese, BHL (questo il suo acronimo) è un entusiasta sostenitore delle rivoluzioni. Eccolo quindi apparire dal centro di Kiev sulle tv internazionali per affermare: «Non ho incontrato neonazisti, non ho sentito antisemiti, ma ho visto un movimento maturo, determinato e profondamente liberale che vuole solo ridare un contenuto al progetto europeo, un progetto di cui noi invece abbiamo smarrito il significato». Nella sua analisi in cui splende il sol dell’awenire, BHL dimentica però di spiegare l’allerta lanciata per esempio da Moshe Reuven Asman, il rabbino capo d’Ucraina del movimento ortodosso Chabad che poche settimane fa invitava i suoi correligionari ad abbandonare la capitale dopo una serie di attacchi antisemiti condotti contro la sua scuola rabbinica nei pressi di Maidan.

Continua a leggere »