Adei | Kolòt-Voci

Tag: Adei

Cinquanta sfumature di Wizo

Questa dell’associazione femminile ebraica che invita all’anteprima del film porno-soft, simbolo della donna umiliata e sottomessa, in effetti ci mancava

Rachel Silvera

Wizo Grey“La Wizo, Women’s International Zionist Organisation, è lieta di invitarvi alla proiezione del film Cinquanta sfumature di grigio”. Cosa succede quando l’associazione mondiale di donne ebree più importante decide di tralasciare i tradizionali balli, gala benefici e sfilate e per raccogliere fondi per nobili cause e attirare nuovi donatori cerca di solleticarli proponendo un’anteprima del film più controverso e criticato dell’anno? “Succede che abbiamo venduto tutti i biglietti senza alcun problema”, spiega alla stampa israeliana Laurienne Baitz di Wizo Aviv, il gruppo dedicato alle giovani donne dell’associazione.

Tante però sono le critiche, i dubbi e reazioni tormentate: Cinquanta sfumature di grigio tratto dal libro dell’esordiente inglese E. L. James, che con la sua trilogia ha venduto più di cento milioni di copie, racconta la torbida storia di Anastasia, la studentessa che in una metallica Seattle intreccia una relazione con il magnate Christian Grey. Il bel Grey dimostra subito interesse ma pone Anastasia di fronte ad un aut aut; se vuole essere la sua fidanzata, dovrà accettare bondage, catene e maniere invero piuttosto brutali. L’ingenua Anastasia riluttante accetta e per ben tre libri ci fa vivere l’angosciosa storia con Grey accolta da milioni di lettrici come immagine del romanticismo 2.0. Tra i realizzatori del film anche il produttore e sceneggiatore Michael De Luca. Nato a Brooklyn da una famiglia ebraica di origine tedesca, De Luca ha prodotto grandi successi come The social network e Dracula untold.

Continua a leggere »