Comunità Ebraiche | Kolòt-Voci

Categoria: Comunità Ebraiche

L’ebraismo italiano conteso da laici e religiosi

Un ampio e dettagliato dossier della rivista Jesus in edicola a gennaio 2009 inizia a costruire la tesi della “chiusura identitaria” per spiegare ai fedeli cattolici il “Dialogo Interruptus”

Vittoria Prisciandaro

Di fronte al calo degli iscritti alle comunità, gli ebrei italiani si dividono sul da farsi: puntare su una forte identità religiosa e sulla rigida osservanza dei precetti? Oppure scegliere la via dell’accoglienza e dell’apertura a una società ormai multireligiosa?

Il tempo delle grandi feste, per la signora Elisabetta, è momento di gioia e sconforto. La preparazione di Sukkoth o di Pesach è infatti preceduta dall’impresa di far “quadrare i conti”. «Un po’ perché siamo sparsi sul territorio, un po’ per motivi di lavoro, un po’ perché molti non sentono la necessità di celebrare le festività in sinagoga, quattro, cinque volte all’anno, per sicurezza, oltre al rabbino bisogna chiamare da fuori qualche uomo che ci aiuti a fare minian». Il numero indispensabile di uomini, almeno dieci (minian), per celebrare le preghiere pubbliche è uno dei problemi con cui fanno i conti le decine di piccole comunità di ebrei sparsi in Italia. Elisabetta Rossi Innerhofer, presidente e addetta al culto della storica comunità di Merano, “attinge” da Milano e Venezia, con «costi alti e dispendio di energia».

Continua a leggere »

Il progetto ebraico secondo Ida Magli

La famosa antropologa fornisce l’ultima versione dei “Protocolli dei Savi di Sion”. Ma siccome molti di loro sono rimasti colpiti dalla truffa Madoff, oltre che rapaci gli ebrei della Magli devono essere proprio scemi:

http://www.thejewishweek.com/viewArticle/c36_a14401/News/New_York.html

Ida Magli

Abbiamo aspettato inutilmente nei giorni scorsi che almeno qualcuno dei politici, in America, in Europa, in Italia, qualcuno dei Capi di Governo o dei Ministri dell’Economia denunciasse, facendone i nomi e destituendoli dalle cariche, gli operatori finanziari responsabili dell’immensa truffa messa in atto. Una truffa mai avvenuta in precedenza almeno in queste proporzioni e che ha provocato il crac delle più importanti Banche, il crollo delle Borse mondiali, la perdita dei propri investimenti e risparmi per coloro che glieli avevano affidati convinti che fossero degni della massima fiducia, e che adesso si trascina dietro il fallimento di innumerevoli grandi e piccole industrie.

Continua a leggere »

Le difficoltà ebraiche con il Papa della Dominus Jesus

Il fazioso: Il Foglio intervista i rabbini capo di Roma e Milano sul “dialogo interruptus”. Uno scorrettissimo Giorgio Israel (articolista fisso del Foglio) ne approfitta per rilanciare il mito ebraico del buon selvaggio: La colpa è tutta dei nuovi rabbini cattivi che “allontanano chi ha fatto matrimonio misto”. Elementare Watson, elementare.

Giorgio Israel

Roma. E’ sulla preghiera del venerdì santo e sulla causa di beatificazione di Pio XII che nelle scorse settimane si è innescato un moto di inimicizia fra la chiesa cattolica e il mondo ebraico. Ne parliamo con due fra i maggiori rabbini italiani e con il saggista Giorgio Israel, che sul Corriere della sera assieme del rabbinato di sospendere la giornata del dialogo.

Continua a leggere »

Roma: Il pensiero unico – Le risposte

Occhiello non fazioso: Qualche commento al comunicato della lista comunitaria romana “Per i giovani, insieme” su Kolot del 14.12

Cari amici,

seguo sempre con grande attenzione e interesse le vostre comunicazioni. Purtroppo talvolta non sono piacevoli e provocano, in chi antepone l’ebraismo ad ogni altra cosa, dolore e delusione. Sembra che gli ebrei prediligano il farsi del male con le loro stesse mani. E’ il caso del documento “Per i giovani, insieme”contro la presidenza Pacifici, che probabilmenete non è perfetto, ma i cui meriti appaiono ampiamente superiori agli evetuali demeriti (che peraltro andranno motivati in modo migliore).

Continua a leggere »

Roma: Il pensiero unico è la nuova regola che vige in Comunità!

La lista ebraica comunitaria di Roma “Per i Giovani, Insieme” torna ad agitare lo spettro della delegittimazione: improvvisamente il regolamento elettorale non va bene. DP

Cari Amici,

sono passati ormai sei mesi dalla nostra elezione al Consiglio della CER e con questa lettera intendiamo iniziare, dopo un periodo di assestamento e di debita osservazione, un colloquio con voi, membri della Comunità, ad intervalli più o meno regolari.

Continua a leggere »

Non abbiate vergogna di essere Ebrei fra tanti Cristiani

Nel 1788 l’esercito Asburgico fu il primo in Europa a reclutare ebrei, segno tangibile dei nuovi diritti acquisiti dopo secoli di ghetti e di discriminazioni. Il discorso del rabbino è un mirabile tentativo di coniugare una specificità identitaria con i doveri di cittadino, prima dell’assimilazione che inizierà a decimare l’ebraismo emancipato. DP

Discorso del Rabbino Landau alle prime reclute ebree nel 1789

“Fratelli, che siete sempre stati miei fratelli, che tali siete ora, e sempre sarete se vi comporterete con devozione e giustizia. Iddio ed il nostro grazioso Imperatore vogliono che voi prestiate servizio militare. Andate dunque incontro al vostro destino, seguitelo senza mormorare, obbedite ai vostri superiori e siate fedeli con senso del dovere, e pazienti con ubbidienza.

Continua a leggere »

Meno dialogo, meno Shoah e più riavvicinamento degli ebrei lontani

Intervento di Scialom Bahbout al Consiglio dell’Unione delle comunità ebraiche italiane

Domenica 16 novembre 2008

Pur non ricoprendo alcun incarico comunitario, penso che la mia esperienza di vari anni al DAC e in molte attività comunitarie – che avevano lo scopo di avvicinare gli ebrei lontani – mi consenta di fare una riflessione e di seguito una proposta che qui presento in sintesi. Il tempo a disposizione è limitato e quindi si tratta solo di appunti che potranno essere approfonditi nelle sedi più opportune.

Continua a leggere »