Libri | Kolòt-Voci

Tag: Libri

C’è un cane matto e savio a Jerusalem

Yehoshua ci invita a scoprire Shemuel Yosef Agnon, premio Nobel nel 1966, capostipite della letteratura ebraica moderna: nel suo romanzo “Appena ieri” una vitale dialettica tra laicità, fede e arte

Abraham B. Yehoshua

Alcune fra le opere di Shemuel Yosef Agnon, vissuto fra il 1888 e il 1970, sono già state tradotte in italiano. Ma la mia impressione è che, purtroppo, questo scrittore così importante nel contesto ebraico, premio Nobel per la letteratura nel 1966 nonché, almeno secondo la mia modesta opinione, uno fra i più significativi e originali autori della letteratura universale nel Novecento, sia ancora pressoché sconosciuto al pubblico dei lettori italiani. Appena ieri è ritenuto da molti il romanzo più importante di Agnon e l’opera più significativa nella storia della letteratura ebraica del XX secolo. È stato pubblicato in Terra d’Israele nel 1945, cioè prima della fondazione dello Stato ebraico.

Continua a leggere »

Il destino di far ridere

Il nuovo libro di Howard Jacobson “Un amore perfetto”

Luigi Sampietro

Piuttosto noto ma non famoso, Howard Jacobson solo un paio di mesi fa ha dichiarato di non voler più entrare nelle librerie di Londra per evitare l’umiliazione e l’offesa di non vedere mai i propri libri messi in bella vista.

Continua a leggere »

Singer imparò la lezione di Tolstoj

Torna in libreria “La famiglia Moskat”. Il Novecento corale di un mondo destinato a sparire con la Shoah

Giorgio Montefoschi

All’inizio del romanzo, il lettore si troverà di fronte a ben tre alberi genealogici fitti di nomi e di linee orizzontali e verticali che collegano questi nomi. Non deve spaventarsi. Da subito e poi pian piano – nella mirabile scansione degli avvenimenti e del tempo – vedrà che quei nomi si trasformeranno in figure umane in carne e ossa che potrà riconoscere anche a distanza di mesi e anni (i mesi e gli anni del romanzo, beninteso) e diventeranno indimenticabili.

Continua a leggere »

Libri: Un’accusa di pedofilia piomba in una famiglia ebrea

Una lettera trasforma l’oncologo nel mostro

Lorenzo Mondo

Si intitola Persecuzione, ma è soltanto il primo volume di un dittico che avrà come titolo complessivo Il fuoco amico dei ricordi. Alessandro Piperno – abbiamo letto in una sua intervista – tende a considerare la memoria «come una condanna», non diversamente forse dal protagonista del romanzo, che si sentirà tradito anche dai momenti più appaganti della sua esistenza che gli vengono proposti dal ricordo. Leo Pontecorvo è un uomo di successo: oncologo infantile di fama internazionale, ha una moglie, Rachel, anch’essa medico e due figli adolescenti.

Continua a leggere »

Umberto Eco: Il voyeur del male

Quando tutto è relativo, il male non esiste e trionfa l’antisemitismo

Lucetta Scaraffia

Forse anche questo libro sarà un successo stratosferico, milioni di copie vendute, traduzioni in tutte le lingue. E a una prima occhiata, sembra accattivante, con quel suo rimandare ironicamente a un feuilleton anche nelle illustrazioni, di puro stile popolare ottocentesco. Ma appena ci si immerge nella lettura, ecco la delusione. Il romanzo che Umberto Eco ha appena pubblicato (Il cimitero di Praga, Milano, Bompiani, 2010, pagine 526, euro 19,50) è noioso, farraginoso, di difficilissima lettura. Perfino per una persona come me, che forse capisce i suoi riferimenti storici.

Continua a leggere »

Le preghiere della donna ebrea

Le Preghiere della donna ebrea

Continua a leggere »

Machazòr di Rosh Hashanà

Indispensabile per gli ebrei tripolini, libanesi, egiziani!

Machazòr di Rosh Hashanà

Rito sefardita orientale con traduzione italiana a fianco

Disponibile presso le librerie: Kiriat Sefer (Roma), Davar e Claudiana (Milano).