Mayim Bialik. Attrice, madre ed ebrea osservante | Kolòt-Voci

Mayim Bialik. Attrice, madre ed ebrea osservante

Chi guardava la TV negli anni ’90 la conosceva per la commedia Blossom , o per i cinque minuti ben pressati in cui faceva Bette Midler da piccola in Spiagge . E sul resto, in teoria, c’è poco da aggiungere: un’ex attrice prodigio che ha preso un dottorato in Neuroscienze sarà sempre destinata a rimanere un personaggio di semi-culto, qualsiasi cosa faccia nei suoi ritagli di tempo.

Mayim Bialik , però, è anche un’ebrea osservante. E dopo la nascita del primo figlio ha cominciato a porsi il problema di come conciliare il rispetto della fede con la realtà quotidiana di una moglie/madre che lavora. Perciò è diventata una delle autrici del portale Kveller , dove ci si confronta sull’educazione dei bambini, ma anche su questioni strettamente matrimoniali e sulle regole da osservare per quanto riguarda l’aspetto fisico. Prima su tutte, la tzniut (“decenza”,  “modestia”), che nella pratica si traduce spesso con “gonne non sopra il ginocchio, maniche almeno fino al gomito”. (Tratto comune a parecchie religioni, per inciso: esistono online store e comunità dedicate solo a quello.) Per cui, sì, ci sta che la celebrity blogger del quartiere racconti la sua esperienza in termini di modestia quando deve farsi fare un vestito per gli Emmy , o che rivisiti l’ospitata nel reality show What Not To Wear . Oppure che spieghi com’è riuscita a digiunare durante lo Yom Kippur pur avendo intorno due ragazzini bramosi di attenzione. [Spoiler: è faticosissimo.]

A volte in quello che scrive Mayim Bialik fa capolino una certa leggerezza («tutto quanto dovete sapere se volete restare incinte è già riassunto nella Torah »), a volte la sua carta vincente è l’assoluta mancanza di ironia, dote più che necessaria per produrre pagine e pagine a tema « sono vecchia e non capisco Ke$ha (ma impedisco a mio marito di portare a casa riviste musicali con Ke$ha in copertina, perché sono veramente troppo zozze per stare sul tavolo del soggiorno)». Non so in quale versione mi piaccia di più, ma sono contenta di sapere che è in giro, che sta bene. Che ha avuto una vita.

© Riproduzione riservata

http://www.grazia.it/stile-di-vita/tendenze-lifestyle/donne-e-web-mayim-bialik-attrice-madre-ed-ebrea-osservante